Tre concerti per Matera Capitale europea della cultura 2019

Un week-end ad alta intensità quello in arrivo per i Cameristi della Scala. Due le esibizioni in programma sabato 21 settembre. Alle ore 12:00, nella splendida cornice della chiesa barocca del Purgatorio, i Cameristi della Scala renderanno omaggio al più celebre musicista barocco italiano, Antonio Vivaldi. Solisti Francesco Manara, Massimo Mercelli e Massimo Polidori

https://www.materaevents.it/events/view/musica/3732/cameristi_della_scala_omaggio_a_vivaldi

Sempre il 21 settembre, presso la Cava del Sole, alle ore 21:00, si esibiranno nel programma “Le Otto Stagioni”. Violino solista, Francesco Manara

https://www.materaevents.it/events/view/musica/3733/cameristi_della_scala_le_otto_stagioni

Inoltre, domenica sera alle 21:00, appuntamento a Brescia al Museo delle Mille Miglia per il Festival delle X Giornate

https://www.happyticket.it/brescia/acquista-biglietti/139750-379-1001-festival-lexgiornate-orchestra-i-cameristi-della-scala.htm

 

 

Enescu Festival

Quante cose nuove possono accadere in un pomeriggio di settembre…

I Cameristi della Scala, diretti da Wilson Hermanto, debuttano al Festival Enescu il prossimo 6 settembre. Per la prima volta si esibiranno insieme al violoncellista Daniel Muller Schott e per la prima volta eseguiranno uno dei brani giovanili più celebri di George Enescu: l’ottetto per archi op.7. Il programma prevede anche il concerto di Haydn in do maggiore per violoncello e orchestra e la Serenata per archi op. 48 di Tchaikovsky.

Una serata che si preannuncia emozionante.

https://www.festivalenescu.ro/en/events/cameristi-della-scala/

I Cameristi della Scala alla Triennale di Milano per “Nubiana”

In occasione del 50° anniversario del salvataggio dei templi di Abu Simbel dalle acque della diga di Assuan, il prossimo 13 febbraio, il Gruppo Salini Impregilo celebra l’impresa con un evento alla Triennale di Milano presentando il libro “Nubiana” e un concerto dei Cameristi della Scala con un programma dedicato all’Egitto dei Faraoni. L’orchestra da camera scaligera eseguirà alcuni dei brani più belli e suggestivi tratti dall’Aida di Giuseppe Verdi trascritti per orchestra da camera da Gianluca Scandola.

I Cameristi della Scala alla Maison de la culture di Grenoble

Il prossimo 30 gennaio i Cameristi si esibiranno per la prima volta a Grenoble nella stagione concertistica della Maison de la culture.

Il concerto, che vedrà la partecipazione di Ingrid Jacoby al pianoforte e Marco Toro alla tromba, sarà diretto da Wilson Hermanto. Il programma ha come filo conduttore lo humor in musica in tutte le sue declinazioni: da quello sfacciatamente teatrale del Divertimento musicale di Mozart, che prende in giro i mediocri compositori tanto apprezzati a corte, a quello più sarcastico e amaro di Shostakovich del primo concerto per pianoforte, tromba e archi, in cui il compositore si pone in aperto contrasto con i dettami estetici del regime.

https://www.mc2grenoble.fr/spectacle/orchestre-de-chambre-de-la-scala-de-milan/

 

A Imola per l’Emilia Romagna Festival

I Cameristi della Scala ritornano a Imola il prossimo 3 dicembre, sette anni dopo il bellissimo concerto alla Rocca Sforzesca realizzato insieme al Coro di voci bianche dell’Accademia del Teatro alla Scala. Il concerto, inserito nella programmazione dell’Emilia Romagna Festival, si terrà al Teatro Ebe Stignani e vedrà protagonisti due eccezionali solisti scaligeri. Andrea Manco sarà il flauto solista nella seconda suite di Johann Sebastian Bach mentre Francesco Manara eseguirà, sempre del compositore di Eisenach, il concerto in mi magg. per violino, archi e basso continuo e una virtuosistica fantasia sui temi de la Traviata composta da Antonio Bazzini.

Di seguito il link del concerto:

https://www.emiliaromagnafestival.it/events/cameristi-della-scala/

 

IMOLA Teatro Ebe Stignani

CAMERISTI DELLA SCALA

ANDREA MANCO flauto

FRANCESCO MANARA violino solo

 

Johann Sebastian Bach

Suite n. 2 in si minore BWV 1067 per flauto, archi e basso continuo

Concerto in mi maggiore BWV 1042 per violino e orchestra

 

Antonio Bazzini

Fantasia su temi dell’Opera La Traviata

 

Marco Enrico Bossi

Intermezzi goldoniani op.127 per orchestra da camera

I Cameristi della Scala alle Variation Musicales de Tannay

Un altro debutto in un importante festival estivo per i Cameristi della Scala alle Variations Musicales de Tannay. Il prossimo 26 agosto l’ensemble scaligero, diretto da Wilson Hermanto, chiuderà il prestigioso Festival sul lago di Ginevra con un programma che comprende capolavori come l’ouverture “La scala di seta” di Gioachino Rossini, la sinfonia “italiana” di Mendelssohn, il quarto concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven, solista Sergei Babayan, e la sinfonia “classica” di Prokofiev.

https://www.musicales-tannay.ch/programme/programme-2018/cameristi-della-scala

Sirmione in concerto
If music be the food of love, play on
Give me excess of it, that, surfeiting,
The appetite may sicken, and so die. »

(Se la musica è l’alimento dell’amore, seguitate a suonare, datemene senza risparmio, così che, ormai sazio,
il mio appetito se ne ammali, e muoia.)

(William Shakespeare, Twelfth Night, or What You Will, Orsino, atto 1 scena 1)

Si apre nel nome del grande poeta dell’amore nell’età moderna, William Shakespeare, il percorso musicale che ilPolo Museale della Lombardia insieme ai Cameristi della Scala proprongono per Sirmione, patria del poeta Catullo.

Un ciclo di 5 concerti che vede impegnati da giugno ad agosto 2018 i Cameristi della Scala accanto ad altri celebri nomi della musica, come Giovanni Sollima, virtuoso del violoncello e celebre compositore, e Richard Galliano, notissimo compositore e fisarmonicista francese. Un viaggio nella musica, in cui al piacere dell’ascolto si unisce il fascino dei luoghi: i concerti saranno infatti ospitati all’interno dell’area archeologica delle Grotte di Catullo e alCastello Scaligero di Sirmione.

Giovanni Sollima, il 9 giugno, alle Grotte di Catullo, ci propone un percorso musicale intorno al genio del teatro inglese attraverso brani dal ‘600 ai giorni nostri, mentre Richard Galliano, il 30 giugno, alternerà composizioni proprie ad altre firmate da Astor Piazzolla.
Il Concerto del 20 luglio, sarà dedicato agli ottoni e si svolgerà nel cortile del castello scaligero, con la presenza del quintetto di Ottoni dell’Opera di Milano. Di nuovo alle Grotte di Catullo, il 27 agosto, si esibiranno iPercussionisti della Scala con un repertorio dedicato a musiche del ’900.

Tornano protagonisti gli strumenti ad arco nel concerto dell’ 8 settembre: violino, viola e violoncello eseguiranno un piccolo capolavoro di un Franz Schubert diciannovenne, il trio incompiuto in si bemolle, per poi esibirsi in una delle pietre miliari della musica di tutti i tempi: le Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach.

Cartella stampa e documentazione disponibile al seguente URL: https://bit.ly/2xTRXPJ

page1image3868064  page1image3839616

SIRMIONE IN CONCERTO 2018

CAMERISTI DELLA SCALA AND FRIENDS

 

9 giugno, grotte di Catullo

Giovanni Sollima violoncello con
Elena Faccani violino e viola, Massimo Polidori violoncello,Gianni Arfacchia percussioni

The food of love,

If music be the food of love, play on!

Music around Shakespeare

John Dowland
“Come Again” (viola e due violoncelli)

Alessandro Piccinina “Chaconne” (viola, due violoncelli)

Dario Castello
Sonata X (da Sonate in Stil Moderno, Venezia 1629) (viola, due violoncelli)

Giovanni Sollima
Guglielmo Scrollalanza (lost years, mysteries and dances, 2015) (viola, due violoncelli e percussioni)

William Byrd
The Earle of Salisbury (Pavan) (viola, due violoncelli e percussioni)

Giuseppe Verdi La canzone del velo

Edward Elgar Salut d’amour

Elvis Costello
“Miss Machbet”(viola, due violoncelli e percussioni)

Juan Aranes
Chacona “A la vida bona” (viola, due violoncelli e percussioni)

Giuseppe Verdi
Tutto nel mondo è burla (dal Falstaff), versione G.Sollima (viola e due violoncelli)

Athanasius Kircher
Antidotum Tarantulae (1644) (viola, due violoncelli e percussioni)

Ali Ufki Bey
“Nikriz Pesrev”(viola, due violoncelli e percussioni)

Giovanni Sollima
Variazione I da “Il Caravaggio rubato” (2016)(viola, due violoncelli e percussioni)

Giovanni Sollima

The Division Viol (Citarruni) (2009)(due violoncelli e percussioni)

30 giugno, grotte di Catullo

Cameristi della Scala

Wilson Hermanto direttore

Richard Galliano accordeon Massimo Mercelli flauto

G.Sollima
Contrafactus 2000 per flauto ed archi

A.Piazzolla
Milonga del angel per violino e archi, Laura Marzadori violino

R. Galliano
Opale Concerto per accordeon e archi

A. Piazzolla
Contrabajando per contrabbasso e archi, Giuseppe Ettorre contrabbasso

Primavera Portenã , per accordeon e archi

A. Vivaldi/R. Galliano
“Summer” per accordeon e archi

R. Galliano
La Valse a Margaux per flauto, accordeon e archi

 

20 luglio, castello scaligero

Quintetto di ottoni dell’opera di Milano

S.Scheidt, Gagliard Battaglia

J.J.Mouret, Rondeau

G.F.Handel, Fuochi d’artificio

J.Pachelbel, Canon

J.Brahms, Danza ungherese n.5

J.Strauss, Trisch-Trasch Polka

G Bizet, Carmen fantasy

G.Verdi, Fantasia da Traviata

P.Mascagni, Cavalleria rusticana, intermezzoG.Verdi, Aida (marcia trionfale)

N.Rota, otto e mezzo

E. Morricone, c’era una volta il west; Nuovo Cinema Paradiso; N.Piovani, La vita è bella

 

27 agosto, grotte di Catullo

Percussionisti della Scala

Hans-Günter Brodmann

Greetings to Hermann

Chick Corea

Children’s Songs

Hermann Regner

Changing Patterns

Steve Reich

Il Castello interiore Clapping Music

David Friedman & Dave SamuelsCarousel

8 settembre, grotte di Catullo

Trio Marzadori Faccani Polidori

Laura Marzadori violino, Elena Faccani viola, Massimo Polidori violoncello

Franz Schubert

Trio in si bem magg.

Johann Sebastian Bach

Variazioni Goldberg

(Trascrizione per trio d’archi)

Buon compleanno Leonard Bernstein! 7 maggio, Teatro alla Scala

In occasione del centenario dalla nascita del grande direttore d’orchestra, compositore, pianista e educatore Leonard Bernstein, i Cameristi della Scala, sotto la direzione di Wilson Hermanto e insieme a un prestigioso gruppo di artisti come il violoncellista e compositore Giovanni Sollima, il violinista Francesco Manara, il clarinettista Fabrizio Meloni e l’attore Antonio Albanese, si esibiranno in uno straordinario concerto, lunedi 7 maggio, al Teatro alla Scala di Milano. Il programma del concerto si concentra naturalmente sulla musica di Bernstein, con una finestra su brani di Aaron Copland e Samuel Barber che sono stati amici e punti di riferimento nella vita musicale di Bernstein.
Tocco finale, per una serata che si annuncia indimenticabile, la prima mondiale di un nuovo brano commissionato da i Cameristi della Scala a Giovanni Sollima e dedicato al compositore statunitense. Oltre al Patrocinio dell’American Chamber of Commerce in Italy, il concerto ha ricevuto l’importante sostegno di Mail Boxes Etc., The Boston Consulting Group e l’Universita Bocconi.
Per ulteriori informazioni potete consultare il seguente link:
http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2017-2018/concerti/invito-scala/cameristi-della-scala.html

I Cameristi della Scala in tour in India

I Cameristi della Scala e Laura Marzadori saranno per la prima volta protagonisti di una tournée in India che farà tappa a Calcutta, Delhi e Mumbai. In programma musiche di Rossini, Paganini, Sivori e Bazzini.

CAMERISTI DELLA SCALA

LAURA MARZADORI VIOLINO SOLISTA 
FANTASIE SU OPERE ITALIANE 
 
Antonio Melchiori (1827-1897)
Fantasia da Rigoletto
Nicolò Paganini (1728-1840) 
Variazioni su tema dal Mosè di Gioachino Rossini
Angelo Bartelloni (1820-1875)
Fantasia su I lombardi alla prima crociata di Giuseppe Verdi
________________
 
Nino Rota (1911-1979)
Danze dal Gattopardo
Camillo Sivori (1815-1894)
Fantasia su Il Trovatore di Giuseppe Verdi
Antonio Bazzini (1818-1897)
Fantasia su La Traviata di Giuseppe Verdi
Roberto Bolle e i Cameristi della Scala in “the Seasons” per il World Economic Forum

I Cameristi della Scala e l’Étoile Roberto Bolle saranno i protagonisti della prima mondiale dello spettacolo The Seasons che lunedì 22 gennaio inaugurerà il 48° World Economic Forum a Davos.

Roberto Bolle e nove primi ballerini solisti del Teatro alla Scala danzeranno le creazioni realizzate per l’occasione da Massimiliano Volpini e Edwaard Liang sulle musiche delle quattro stagioni di Antonio Vivaldi e las cuatro estaciones portenas di Astor Piazzolla, eseguite sul palcoscenico del Forum dai Cameristi con Francesco Manara violino solista.

Il prezioso e fragile rapporto tra uomo e natura viene visto attraverso i suoni di due musicisti lontani tra loro nel tempo e nello spazio e le coreografie di due artisti che provengono da due mondi altrettanto diversi ma che trovano equilibrio e armonia nella volontà di comprendersi e avvicinarsi: Volpini affronta le stagioni vivaldiane con approccio moderno, unendo tecnica accademica a dinamiche più contemporanee, e Liang dà al tango le linee e la leggerezza della danza classica.